Colonia dei Lebbrosi

 

 

IL VILLAGGIO DEI LEBBROSI DI PURI

 

Essendo Puri una città sacra frequentata da millenni, da milioni di pellegrini che vanno a visitare il tempio di Jagannath (il Signore dell’Universo), è chiaro che questo abbia attirato anche migliaia di poveri da tutte le campagne e dalle foreste. Tra questi poveri in coda per elemosinare c’erano anche i lebbrosi, senza cure ed abbandonati (anzi allontanati) da tutti, a causa delle loro piaghe maleodoranti. Quando Padre Mariano arrivò qui negli anni ’70, fu toccato profondamente da tanta sofferenza. Infatti i lebbrosi era costretti a vivere senza alcun riparo, in ogni stagione, ai margini della città.

 

Fu così che Padre iniziò a dare loro le medicine per guarire dalla labbra e, una volta guariti, insegnò loro a preparare con le loro mani i mattoni che sarebbero serviti a costruire le loro prime baracche. Distribuiva loro cibo e li incoraggiava a diventare uomini invece di mendicanti, per formarsi una propria famiglia e per creare quegli affetti fondamentali per un essere sano.

Naturalmente anche se poi i lebbrosi non costituivano un vero pericolo, la paura domina ancora la nostra società e così anche i loro figli non venivano accolti in una scuola. Ecco che allora Padre Mariano decise di iniziare una scuola solo per loro, poiché solo completati gli studi, sarebbero stati poi riconosciuti ed accolti nella società: la Beatrix School.

Pian piano, assieme al villaggio nacque anche una piccola scuola, una mensa per gli anziani, una fabbrichetta di corde e di tessuti, un allevamento di galline da uova, un orto per le verdure. Padre desiderava che diventassero completamente autosufficienti, senza nessuna necessità di elemosinare davanti al tempio di Jagannath.

Nacque così anche un ospedale per trattare i casi più avanzati della malattia e un tempio per poter celebrare le loro festività. Nel villaggio vige un’assemblea degli anziani che ora decidono le cose che voglio realizzare. I figli sani a loro volta si sono sposati e quindi il villaggio si espande come un normale aggregato urbano, dove alcuni hanno aperto anche qualche negozietto. Questo è il vero miracolo di Padre Mariano: aver trasformato degli esseri completamente rifiutati dalla società in esseri umani, consapevoli della propria vita e delle proprie scelte. Veri figli di Dio.

Attraverso il dispensario, il medico continua a visitarli, e da` loro i medicinali necessari a guarire completamente.

La nostra grande speranza? E’ quella di non avere più lebbrosi a Puri nel giro di 10-15 anni. Ma tutto ciò è possibile solo perché un grande uomo che ha dedicato a loro tutta la sua vita, fino a desiderare di morire accanto a loro. E così fu, quando più che novantenne, il 30 aprile 2006 Padre Mariano lasciò il corpo, improvvisamente, dopo aver pranzato assieme a loro. Lì assieme ai suoi amici più cari: i lebbrosi di Puri. E insegnandoci fino alla fine, come la paura è il più grande muro tra gli esseri umani, mentre l’accoglienza è la salvezza di tutti.

Qualunque tipo di donazione sarà di grande aiuto.  GRAZIE. È possibile versare una donazione sul c/c postale: n. 22715437 – intestato a: Shanti ONLUS - Amici delle Missionarie della Carità, India con la causale: Colonia dei lebbrosi   

oppure si può fare un bonifico con la stessa intestazione su IBAN: IT41 K076 0101 6000 0002 2715 437    

Chi desidera ulteriori informazioni può contattare direttamente Swami Nirvanananda nella pagina dei contatti

 

I cookie ci aiutano a fornire i servizi nel nostro sito. Utilizzando il sito l'utente accetta l'uso dei cookie secondo  le nostre linee guida.